Il nostro obiettivo in Top Web Accessibility Checker è fornirti una risorsa online gratuita che mira a offrire informazioni pertinenti, affidabili e utili che aiuteranno i visitatori nel loro processo decisionale. Tieni presente che l’operatore del sito riceve un compenso pubblicitario dalle aziende che appaiono sul sito e che questo compenso determina la posizione e l’ordine in cui le aziende (e/o i loro prodotti) vengono visualizzati, nonché la valutazione che viene assegnata a loro in determinati casi. Nella misura in cui le valutazioni appaiono su questa piattaforma, si basano sul nostro giudizio soggettivo e su una metodologia che incorpora la nostra valutazione della quota di mercato e della reputazione del marchio, i tassi di conversione per ciascun marchio, il compenso pagato a noi e l’interesse generale del cliente. L’inclusione di una società in questo elenco NON significa che sia approvata. Non elenchiamo tutti i fornitori disponibili. Tutte le dichiarazioni e le garanzie relative alle informazioni fornite su questo sito Web sono escluse, ad eccezione di quanto specificamente indicato nelle nostre Condizioni d’uso. Le informazioni su questa piattaforma, inclusi i prezzi, sono soggette a modifiche in qualsiasi momento.

Lista di controllo per l’accessibilità dell’epilessia

Lug 01, 2021
Lista di controllo Epilessia

L’epilessia è la quarta malattia neurologica più comune al mondo, che colpisce circa 50 milioni di persone in tutto il mondo. Secondo gli studi, questo disturbo neurologico è più comune del morbo di Parkinson, della paralisi cerebrale, dell’autismo e della sclerosi multipla messi insieme. Generalmente, i contenuti web non danneggiano le persone con epilessia (in particolare l’epilessia fotosensibile). Tuttavia, alcuni proprietari di siti Web utilizzano effetti di design ed effetti drammatici come luci tremolanti o lampeggianti ed effetti simili a strobo, che possono causare danni ad alcuni utenti. Anche se non provocano convulsioni, come nel caso dell’epilessia fotosensibile, possono distrarre e causare vertigini o nausea. In effetti, non vorresti che i tuoi contenuti web fossero associati a cose del genere. Pertanto, per evitare che ciò accada, abbiamo creato una lista di controllo per l’accessibilità dell’epilessia. Qui ti diremo quale parte del tuo sito web dovrebbe essere accessibile per chi ha crisi. C’è molto da imparare, quindi cominciamo.

Cos’è l’epilessia?

L’epilessia (nota anche come disturbo convulsivo) è una malattia cronica non trasmissibile che colpisce il sistema nervoso. Questa disabilità è caratterizzata da crisi ricorrenti che coinvolgono parte del corpo o l’intero corpo. È spesso accompagnato da perdita di controllo intestinale, funzioni della vescica e incoscienza. Altri sintomi dell’epilessia includono disturbi del movimento, dell’umore, delle sensazioni e della perdita di altre funzioni cognitive.

L’epilessia può colpire persone di tutte le età. È particolarmente comune nei bambini di età compresa tra 0 e 2 anni, ma raro nei bambini di età compresa tra tre e cinque anni. È anche comune nei bambini dai sei ai tredici anni, negli adolescenti, nei giovani adulti, negli adulti e negli anziani.

Episodi di convulsioni si verificano quando c’è un’eccessiva scarica elettrica da una parte del cervello, che può variare da un breve scatto muscolare a gravi convulsioni e variare in frequenza. Oltre all’attività elettrica, l’epilessia può anche essere causata da danni cerebrali o dalla storia familiare. Tuttavia, la causa è ancora da conoscere.

Epilessia fotosensibile

L’epilessia fotosensibile (PSE) è una forma di epilessia in cui determinate cose scatenano convulsioni. Non è comune, tuttavia, ma può essere diagnosticato quando viene eseguito un test EEG.

I fattori scatenanti dell’epilessia fotosensibile includono quanto segue:

  • Alcuni tipi di pattern visivi, in particolare quelli con colori ad alto contrasto
  • Alcuni colori come il blu e il rosso
  • Luci del teatro, luci del night club, luci stroboscopiche
  • Scale mobili in movimento e luci fluorescenti difettose
  • Fuochi d’artificio
  • luce vista attraverso la ventola in rapido movimento
  • Luce naturale, compresa la luce del sole. È più grave quando la luce brilla sull’acqua o passa attraverso le lamelle delle persiane o degli alberi.
  • Luci stroboscopiche ad alta intensità come allarmi antincendio visivi.
  • Alcuni tipi di trasmissioni TV o videogiochi, in particolare quelli che contengono modelli alternati di colori diversi o lampi rapidi.
  • Immagini che scorrono o sfarfallano da schermi di computer, laptop o televisori.

Lista di controllo per l’accessibilità dell’epilessia

Per garantire che le persone con sequestri fotosensibili siano protette, il World Wide Web Consortium (W3C) ha incluso linee guida che i proprietari di siti Web devono seguire nelle sue linee guida relative alle Linee guida per l’accessibilità dei contenuti Web (WCAG). Questo W3C fornisce un criterio di successo che consente al disturbo da epilessia fotosensibile di accedere a qualsiasi contenuto web senza innescare un attacco.

Se sei un proprietario di un sito web o speri di svilupparne uno, dovresti prendere in considerazione il seguente elenco di controllo dell’accessibilità dell’epilessia:

1. Evita le funzioni di attivazione delle convulsioni

I contenuti non devono essere progettati in modo da causare danni o innescare convulsioni nei suoi utenti. Esistono diversi modi per garantire ciò, uno dei quali è garantire che l’animazione che gli utenti non possono controllare non sia inclusa nel contenuto.

Inoltre, evita schemi che causano problemi. Inoltre, mentre è meglio evitare .png o .gif con flash, possono essere registrati e convertiti in un formato video con opzioni di controllo disponibili per gli utenti. Gli utenti dovrebbero avere la possibilità di disattivarlo, evitarlo completamente o renderlo meno dannoso per l’uso.

2. Controllo dell’accesso e dell’esposizione

L’esposizione a contenuti web dannosi dovrebbe essere controllata per evitare che le persone soggette a convulsioni vengano esposte accidentalmente. Se il tuo contenuto web contiene animazioni o immagini che possono scatenare convulsioni, allora dovresti sviluppare una misura di controllo attorno ad esso che limiti o impedisca l’accesso a tali contenuti dannosi. Tale misura di controllo potrebbe includere la visualizzazione di un avviso sulla pericolosità del contenuto, dopodiché il contenuto deve essere collocato in una posizione che richieda agli utenti di selezionare l’opzione se desiderano accedervi. Questo può essere fatto includendo un pulsante o facendo pubblicare un avviso specifico e chiaro prima di poter accedere alla pagina.

3. Determina se una GIF è animata

Le GIF animate sono distrazioni e possono innescare convulsioni in quelli con sensibilità fotoelettrica. Quindi, se devi includere GIF animate, assicurati che siano inattive fino a quando l’utente non sceglie di attivarle. Può essere fatto in modo che gli utenti debbano fare clic su una casella o premere un pulsante prima che l’animazione possa essere attivata.

4. Limita il lampeggiamento

Se devi eseguire il flash sul tuo contenuto web, cerca di mantenerlo piccolo. In genere, la dimensione dell’area del flash dovrebbe essere limitata a 341 x 256 pixel o meno. A questa distanza, l’utente è più sicuro. Tuttavia, questo sito può essere considerato troppo grande se l’immagine dello schermo deve essere visualizzata a una distanza più ravvicinata. Per evitare ciò, è possibile utilizzare un WebVR. WebVR può essere utilizzato su cuffie, computer o telefoni.

5. Riduci il contrasto

Idealmente, i contenuti web con un contrasto elevato sono più facilmente accessibili. Maggiore è il contrasto del colore del testo con il suo sfondo, migliore è la leggibilità del contenuto web; gli utenti ipovedenti lo apprezzano particolarmente di più.

Tuttavia, quando il contenuto web è animato, la riduzione del contrasto ridurrà la possibilità che il contenuto attivi qualsiasi forma di sequestro. Pertanto, si consiglia agli sviluppatori web di ridurre il rapporto di contrasto se si osservano tre flash in un secondo. Un approccio più proattivo sarà quello di regolare il contrasto prima di pubblicarlo o caricarlo sul web.

6. I rossi saturi non devono essere utilizzati per i contenuti lampeggianti.

Secondo l’Epilepsy Foundation of America, un flash rappresenta un pericolo per chi soffre di crisi fotosensibili se la luminanza è di almeno 20 cd/m3 con una frequenza di 3Hz e un angolo visivo di 0,006 steradianti.

Indipendentemente dal livello di luminanza, tuttavia, la transizione da e verso il rosso saturo può comunque rappresentare un rischio per gli utenti. Tuttavia, ci sono diversi modi per affrontare questo problema. Loro includono:

  • Creazione di stili CSS alternativi
  • Cambio di stile distinto
  • Alternativa solo testo

7. Approfitta delle query multimediali

L’impostazione delle query multimediali offre agli utenti il ​​controllo sulle funzionalità web. In genere, questi controlli sono disponibili nel sistema operativo o nel browser. Con questi controlli, gli utenti possono impostare cose come “preferisce il movimento ridotto”, che li aiuta a sviluppare una velocità di movimento ideale.

Ad esempio, facendo clic su un pulsante, gli utenti possono selezionare se desiderano che il proprio dispositivo vibri quando accedono al contenuto Web o meno. Inoltre, è possibile utilizzare “preferisce la combinazione di colori” quando l’API della luce ambientale non è disponibile. Ciò consente agli utenti di determinare se desiderano che il proprio dispositivo venga visualizzato in modalità scura o chiara.

Inoltre, possono essere introdotte funzionalità di aggiornamento dei media; questo riduce il numero di sfarfallii prodotti dallo schermo, garantendo così stabilità. Tuttavia, è costoso e non può essere offerto da tutti gli sviluppatori web.

Riepilogo della lista di controllo dell’accessibilità dell’epilessia

Abbiamo riassunto tutte le importanti liste di controllo dell’accessibilità dell’epilessia nei seguenti punti:

  1. Nessun componente di qualsiasi contenuto deve contenere flash che si verificano più di tre volte in un secondo.
  2. Il lampeggiamento dovrebbe essere limitato a piccole aree di circa 341 per 256 pixel
  3. Gli strumenti dovrebbero essere utilizzati per garantire che i contenuti web non violino la soglia flash impostata
  4. Il contrasto per i contenuti lampeggianti dovrebbe essere ridotto al minimo
  5. Dovrebbe essere implementato un meccanismo o una misura di controllo per limitare qualsiasi contenuto lampeggiante anche prima che si verifichi
  6. Quando i flash si verificano più di tre volte al secondo, l’immagine deve essere congelata momentaneamente finché non si ferma o si riduce
  7. Per evitare che si verifichino lampi rapidi, rallenta i materiali in diretta
  8. Nei contenuti web dovrebbe essere incluso un limite di velocità flash personalizzato; questo dovrebbe essere reso regolabile dagli utenti
  9. Se i momenti si verificano più di tre volte in un secondo, ridurre il rapporto di contrasto

Conclusione Lista di controllo dell’accessibilità dell’epilessia

Idealmente, la maggior parte dei contenuti Web è sicura per l’uso anche da parte di chi soffre di un disturbo convulsivo fotosensibile. Tuttavia, poiché l’epilessia è una malattia grave, i proprietari di siti Web devono essere consapevoli del rischio che comportano se i loro siti Web contengono grafica sfarfallio, flash o animazioni. Oltre a scatenare convulsioni, possono anche causare nausea o vertigini nelle persone normali.

Ecco perché gli sviluppatori web devono aver cura di creare contenuti web accattivanti e accessibili a tutti, compresi quelli con epilessia. In questo modo, oltre 50 milioni di persone con questo disturbo non sono esclusi da tutto il divertimento e le opportunità che i siti web hanno da offrire.

I proprietari di siti Web possono anche esplorare altre liste di controllo dell’accessibilità come la lista di controllo dell’accessibilità per daltonici.

If you want to know if your website is in full compliance with accessibility guidelines, you can use A11y, one of the top checkers around.

Sull'autore
Team editoriale del Top Web Accessibility Checker

Il nostro team editoriale qualificato è composto da esperti e specialisti in servizi di tecnologia digitale. Siamo specializzati in ricerche approfondite, test, scrittura di recensioni e articoli approfonditi per aiutarti a scegliere i migliori strumenti di controllo dell’accessibilità web per il tuo sito web aziendale o privato.




Hai bisogno di verificare la tua accessibilità al web? Controlla queste piattaforme di controllo gratuite e a pagamento.

Migliore accessibilità web per il controllo

CKEditor4 web accessibility logo Deutsch
CKEditor 4 Verifica dell’accessibilità
Recensione completa
Logo SiteImprove Verifica accessibilità
Verifica accessibilità SiteImprove
Recensione completa
PowerMapper strumenti di un click
PowerMapper Strumento di controllo
Recensione completa
Logo dello strumento di valutazione dell'accessibilità Web di Monsido
Monsido Web Accessibilità
Recensione completa

Il miglior controllore gratuito per l'accessibilità web

Logo dello strumento di verifica e valutazione dell'accessibilità web di WAVE
Controllo accessibilità WAVE
Recensione completa
Logo aCe Accessibility Checker
aCe Verifica dell’accessibilità
Recensione completa
Controllo accessibilità TAW Logo
Controllo accessibilità TAW
Recensione completa
Controllo accessibilità web FAE
FAE Verifica dell’accessibilità
Recensione completa